giovedì 16 novembre 2017

Il carattere nazionale del popolo ucraino


Gli Ucraini sono il gruppo etnico di maggioranza, di origine slava orientale, dell'Ucraina.

Gli Ucraini sono i discendenti di parecchi popoli che hanno vissuto in passato in vaste aree dell'Europa orientale, dal Mar Nero fino ai confini di Russia, Polonia, Moldavia, Bielorussia e Slovacchia. 

Questi popoli includono numerose tribù nomadi, come quelle iraniche degli Sciti e dei Sarmati, o anche greche delle colonie sulle coste del Mar Nero; i daci, i germanici Goti e Variaghi, così come i popoli turchi dei Cazari, dei Peceneghi e dei Cumani. 

Comunque, si considerano gli Ucraini in maggior parte discendenti dai popoli slavi orientali mentre i popoli nomadi stanziati nelle steppe a sud hanno avuto poca influenza nel corso della storia e nel processo formativo dell'attuale identità ucraina.

Quando si arriva in un nuovo paese, è molto utile conoscere in anticipo le caratteristiche speciali degli abitanti. Questa conoscenza aiuterà sicuramente ad evitare situazioni di confusione e ad instaurare buone relazioni con tutti. 

Sappiamo tutti che gli italiani sono aperti ed emotivi, i norvegesi sono calmi e forti, i tedeschi sono pratici e seri ... 

E gli ucraini?...

Gli ucraini sono coraggiosi e amanti della libertà  !


Gli ucraini sono famosi per essere veri coraggiosi dai tempi dei cosacchi. I guerrieri cosacchi erano sempre pronti a difendere la libertà dalla loro patria fino alla morte. Al giorno d'oggi, è facile notare che il sangue dei coraggiosi cosacchi scorre ancora nelle vene ucraine. Durante la rivoluzione ucraina della dignità (2013-2014), il popolo ucraino ha dimostrato di non aver paura di stare insieme proteggendo i propri diritti da qualsiasi nemico. Al giorno d'oggi, il coraggio e il senso di giustizia degli ucraini si riflette in numerose iniziative sociali, attività di volontariato e dimostrazioni. Quando qualcosa viene messo in pericolo, gli ucraini si uniscono compatti immediatamente difendendo i propri diritti e libertà.

Gli ucraini sono molto ospitali !


Se sei invitato in una casa ucraina, sei una persona fortunata. Gli ucraini sono famosi per essere dei padroni di casa perfetti. Gli ospiti sono solitamente invitati a un tavolo pieno di gustosi drink e cibi, compresi i tradizionali piatti ucraini come il delizioso "borsch" e i "varenyky". Preparati dunque a una lunga chiacchierata amichevole: agli ucraini piace raccontare storie e ascoltarle, scambiare esperienze e raccontare barzellette divertenti. Sono interessati a saperne di più su ogni nuova persona che incontrano, quindi probabilmente ti verrà chiesto della tua vita e del tuo paese d'origine. Rilassati, bevi un buon drink - birra e/o Horilka ucraina - con i tuoi nuovi amici ucraini e goditi la famosa ospitalità ucraina.

All'inizio gli ucraini sono sospettosi verso gli estranei, ma diventano i tuoi grandi amici quando ti conoscono meglio !

Non ti arrabbiare se noti che le persone in Ucraina non ti sorridono subito e ti guardano con sospetto. Non pensano niente di male di te - questo è solo il loro tipico atteggiamento verso gli estranei. Quando inizi a comunicare e gli ucraini vedono che sei una persona simpatica e affidabile, diventeranno i tuoi migliori amici! Dopo aver "rotto il ghiaccio", scoprirai che gli ucraini sorridono molto, come avere conversazioni e sono sempre pronti ad aiutare. Quelli che ti guardavano male, improvvisamente si trasformeranno in persone aperte, emotive e gentili. Fidati, questo te lo posso garantire al 100% !!

Gli ucraini sono divertenti e adorano uscire e far festa !


Fare festa è nella lista di quelle cose che gli ucraini possono fare meglio di tutti. Gli ucraini possono festeggiare tutta la notte, a volte anche a metà settimana. Se camminate lungo il centro di una grande città ucraina di notte, sicuramente vedrete molti pub e discoteche aperti e molte persone che si divertono all'aperto. Oltre a ciò, gli ucraini hanno un grande senso dell'umorismo, quindi non ti sentirai mai annoiato con loro. Se stai cercando una buona festa e divertenti battute, l'Ucraina è la scelta giusta per te !

Gli ucraini sono vivaci e un po 'caotici !


Capacità di fare un piano chiaro, calma e pensiero pratico sono le cose che a volte gli ucraini sembrano mancare. Sotto questo aspetto, possono essere paragonati agli italiani o  ai latinoamericani. Gli ucraini sono vivaci, emotivi e spontanei, ma allo stesso tempo caotici. Possono iniziare a fare qualcosa, ma non finirlo mai, o finire in un modo, il che non è mai stato previsto. Questa caratteristica a volte può essere un po' fastidiosa, specialmente per coloro che sono abituati a una vita ordinata. In generale, gli ucraini sono intelligenti, ma dovrebbero imparare a essere più organizzati.
Ricorda questi aspetti specifici del carattere nazionale degli ucraini e troverai i tuoi migliori amici in Ucraina!
{Fonte delle foto: depositphotos.com, shutterstock.com. Tutte le foto appartengono ai legittimi proprietari}


Un cordiale saluto e, apuntamento alla prossima.

Giuseppe Correra
Blogger / Food Marketer

Chernivtsi (Ucraina)


Spero che questo articolo sia stato di tuo gradimento. Resta aggiornato con il mio Blog : UCRAINA ambiente, cultura, turismo e marketing. 

***********************************************


TOUR MARKETING UCRAINA - sito web di Giuseppe Correra -  in collaborazione con i migliori Partners ufficiali di settore ucraini, organizza il tuo viaggio in Ucraina !
L'emozione di viaggiare in un territorio nuovo a prezzi economici.




Consulenza operativa per lo sviluppo di progetti turistici direttamente sul territorio. Strategia. Strumenti. Analisi. Un referente italiano sul territorio per la promozione e lo sviluppo delle destinazioni e piccole, medie e grandi realta' ricettive in Ucraina. 

Per qualsiasi informazione o richiesta non esitare a contattarmi.

* La tua e-mail non sara' resa pubblica *



1) EMAIL PERSONALE : pinocorrera@virgilio.it

2) DAL MIO SITO WEB "Tour Marketing Ucraina"







venerdì 10 novembre 2017

La leggenda della strada "Discesa di Sant'Andrea" a Kyiv

Fonte foto: shutterstock.com

Andriyivsky (Andrew's) Uzviz («uzviz» in ucraino significa ripida o discesa) è una destinazione turistica molto popolare a Kyiv.

Questa strada è anche conosciuta come il Montmartre di Kyiv; è una delle strade più antiche della capitale ucraina. Incanta con la sua storia leggendaria, colori inimitabili e l'insieme architettonico unico.

Andriyivskyy Descent - comunemente detta anche "Discesa di Sant'Andrea" - è una ripida strada acciottolata che si snoda da Piazza Kontraktova alla via Volodymyrska

Secondo la leggenda, questo è il posto esatto in cui l'apostolo Andrea ha profetizzato la fondazione di una grande città slava di Kyiv, che si affaccia sulle bellissime terre che si trovano intorno alla collina che stava in piedi, quindi il nome della strada. 

Il punto culminante della strada è la splendida vista oro e blu che brilla in alto alla collina, la Chiesa di Sant'Andrea.

Fonte foto: shutterstock.com
Secondo un'altra leggenda, c'è stato un tempo dove vi era un mare, dove il fiume Dnipro scorre ora. 

Quando Sant'Andrea è venuto a Kyiv ha messo una croce di legno sul luogo in cui la chiesa ora e' collocata, il mare è andato via per cedere la strada alla nuova città. 

L'unica parte che rimane del mare è sotto la montagna su cui Kyiv si trova oggi. 

Quando la chiesa fu costruita nel XVIII secolo, una sorgente emerse sotto l'altare. 

La chiesa non ha campane, perché, secondo la leggenda, quando la campana avrebbe suonato, l'acqua si poteva risvegliare e inondare la riva sinistra della citta' di Kyiv.

La strada è spesso frequentata da guide e operatori turistici di Kyiv, perché nel XIX-XX secolo, qui abitavano soprattutto artisti, scultori, musicisti e scrittori, creando un'atmosfera distinta e un look originale.

Fonte foto: shutterstock.com
Quasi ogni edificio sulla strada ha le proprie storie e leggende, una delle più conosciute è la casa al civico№15, soprannominata da un poeta russo "il Castello di Richard il Lionheart", un' edificio in stile gotico, che ricorda il castello medievale e, da decenni è stato oggetto di molte leggende, per un certo tempo il suo nome aveva cattive connotazioni - tanto e' che gli ospiti che sono rimasti in casa sono fuggiti impauriti dai suoni che si avvertivano all'improvviso, attribuendo il tutto a fantasmi che si trovavano all'interno di essa. 
La casa al civico 13 è il luogo dove ha vissuto e lavorato il famoso scrittore Mikhail Bulgakov. Oggi la casa è un museo con un'interessante mostra dedicata agli anni trascorsi da Bulgakov a KyivRecentemente, un monumento/busto di marmo a Bulgakov e' stato eretto sul muro di entrata della casa.

Fonte foto: shutterstock.com
Il One Street Museum è un'altra attrazione principale della Discesa di Sant' Andrea, che ospita molti degli oggetti storici della strada e che contengono più di 6.500 mostre. Essi comprendono informazioni sulla chiesa di Sant'Andrea, il Castello di Richard Lionheart e molti altri edifici della Discesa.

Fonte foto: shutterstock.com
La Discesa di Sant'Andrea a Kyiv è un luogo molto caratteristico della Capitale, dove andare per bancarelle multiple che vendono diversi souvenir e opere d'arte. 

Questo è un luogo in cui l'atmosfera boema può essere apprezzata in ogni angolo della strada.

I numerosi saloni, gallerie e caffetterie artistiche disposti sulla strada rafforzano questa parte della citta', forse la piu' antica, in maniera elegante e pittoresca.


Giuseppe Correra
Blogger / Food Marketer

Chernivtsi (Ucraina)


Spero che questo articolo sia stato di tuo gradimento. Resta aggiornato con il mio Blog : UCRAINA ambiente, cultura, turismo e marketing. Сliccando il link sottostante potrai leggere tutti gli altri miei articoli pubblicati all'interno di questo Blog : https://giuseppecorrera.blogspot.nl


Un cordiale saluto e, apuntamento alla prossima.

***********************************************


TOUR MARKETING UCRAINA - sito web di Giuseppe Correra -  in collaborazione con i migliori Partners ufficiali di settore ucraini, organizza il tuo viaggio in Ucraina !
L'emozione di viaggiare in un territorio nuovo a prezzi economici.





Consulenza operativa per lo sviluppo di progetti turistici direttamente sul territorio. Strategia. Strumenti. Analisi. Un referente italiano sul territorio per la promozione e lo sviluppo delle destinazioni e piccole, medie e grandi realta' ricettive in Ucraina. 

Per qualsiasi informazione o richiesta non esitare a contattarmi.

* La tua e-mail non sara' resa pubblica *



1) EMAIL PERSONALE : pinocorrera@virgilio.it

2) DAL MIO SITO WEB "Tour Marketing Ucraina"








giovedì 9 novembre 2017

COME DIVENTARE PARTNER DEL MIO BLOG E DEL MIO SITO WEB : Programma di affiliazione


Un diario d'informazione marketing in veste di blogger, reporter, food marketer.
" Consulenza operativa per lo sviluppo di progetti turistici sul territorio. Strategia. Strumenti. Analisi. Un referente italiano sul territorio per la promozione e lo sviluppo delle destinazioni e piccole, medie e grandi realta' ricettive in Ucraina. L’esperienza maturata lavorando con le aziende della ricettività e del settore viaggi / tour operator mi permette di conoscere profondamente il mercato ed offrire un’ampia gamma di servizi di consulenza  operativa che spaziano dal marketing al controllo di gestione, fino alla distribuzione online dei vari social media."
Giuseppe Correra 

TI PRESENTO IL MIO PROGRAMMA STANDARD DI SOCIAL MEDIA MARKETING RISERVATO A TUTTE LE AZIENDE UCRAINE ED ITALIANE CHE OPERANO NEL SETTORE DELLA RICETTIVITA' E DELL'ACCOGLIENZA TURISTICA SUL TERRITORIO UCRAINO.

E' un programma di affiliazione riservato a tutte le Aziende che intendono ampliare la loro visibilita' sia in Ucraina che in Europa (Italia), in internet e social network.

Il processo di visibilita' avviene attraverso lo strumento digitale dei miei blog e dal mio sito web, con creazione, gestione e condivisione di miei servizi editoriali mirati al Vostro marketing turistico aziendale.

OPERATIVITA' : 
VALIDITA' DELL' OFFERTA : 1 mese (rinnovabile)


Soluzione A ) : Mediante posizionamento del Vostro logo o marchio aziendale all'interno della home page dei miei blog, con accesso al clik direttamente sul Vostro sito web e/o pagina Facebook. Tempo di permanenza : 1 mese.

Soluzione B) : mediante programma editoriale di miei articoli di marketing della Vostra azienda attraverso i miei blog ( vostra presentazioneaziendale, vostre offerte, prodotti, servizi, foto etec etc). Numero 4 articoli per 1 mese ( 1 articoli a settimana )



Ogni articolo pubblicato sui miei blog, verra' condiviso sui seguenti social media :

Google+, Facebook, Twitter, Vk, Linkedin......

Inviero' alla Vostra email tutti i singoli links dove sono pubblicati gli articoli del mio blog.


Il processo di ideazione e distribuzione dei contenuti sopra elencati,  avviene con le seguenti modalita' :

A) Creazione contenuti editoriali aziendali attraverso il mio blog e invio alla tua e-mail con il link di riferimento per essere pubblicati anche da te nelle tue pagine social, sito web, etc etc

B) Gli articoli aziendali da me realizzati e pubblicati all'interno dei miei Blog e sui vari social media, nonche' nelle pagine e/o gruppi di Facebook di cui gestisco e sono l'Amministratore.

IL MIO SITO WEB : Tour Marketing Ucraina



I BLOG








...........................................



PAGINE E GRUPPI FACEBOOK



“Panorama Ucraina” - gruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/591555200982698/  con oltre 3.000 iscritti tra italiani ed Ucraini.






“Citta' di Chernivtsi “ - gruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/147689282266206/
con circa 2.000 iscritti tra Italiani ed Ucraini.



Pagina Facebook “Tour Marketing Ucraina”


.................................................


Inoltre, inserimento Vostro logo / banner aziendale sul mio sito web + sui miei blog in qualita' di "Partner Ufficiale" con il link di riferimento al Vostro sito e/o pagine online aziendali.

Voglio ricordare che scegliendo di pubblicare i contenuti editoriali attraverso il mio blog, vi e' la possibilita' della traduzione in varie lingue, per facilitare la lettura ad un pubblico di lettori composto da italiani, ucraini ed internazionali.

Questo sopra citato, e' un Programma standard di web marketing turistico per la Vostra Azienda che propogono come azione strategica di marketing aziendale.

Se avete altre necessita', possiamo esaminare insieme altri strumenti operativi attraverso uno scambio di idee condivise ideali per la Vostra promozione nei vari social web e marketing turistico.


Voglio precisare che il mio blog e' abbastanza seguito in internet e sui vari social network, ed e' composto da molti lettori sia ucraini che italiani.



Ricordo, infine, l' investimento che fate alla vostra azienda in termini di marketing turistico esponendovi anche oltre frontiera, mettendo a disposizione il mio lavoro e la mia esperienza nel settore direttamente dal territorio, considerando anche il numero di iscritti / lettori tra italiani ed ucraini messi a disposizione, ed eventualmente vostri futuri potenziali clienti.
Per raggiungere i propri obiettivi è sufficiente identificare gli strumenti più efficaci e non disperdere le proprie risorse ed energie. 

Per qualsiasi informazione o richiesta non esitare a contattarmi.

* La tua e-mail non sara' resa pubblica *

Disponibile per ogni chiarimento, resto in attesa di un vostro gentile riscontro.


DIVENTA ANCHE TU PARTNER DI TOUR MARKETING UCRAINA !!
Ambiente, Cultura, Turismo, Marketing, Enogastronomia





Giuseppe Correra
Blogger / Food Marketer
Chernivtsi (Ucraina)








 A) E-mail :  pinocorrera@virgilio.it 

B) Direttamente ai contatti del mio sito web :




Tel. +38 066 940 75 96



domenica 29 ottobre 2017

VIAGGI IN UCRAINA : il mio incontro con il racconto di Carla Reschia, giornalista de "La Stampa" di Torino


Tra le poche amicizie giornalistiche professionali italiane che coltivo con molto interesse, un amica e donna molto preparata, con un onesta' intelettuale molto obiettiva. 

Una professionista che ha gia' scritto per l'Ucraina. Il mio incontro con l'amica Carla Reschia, una chiacchierata amichevole con il suo racconto dell'ultimo viaggio fatto pochi mesi fa in Ucraina che lo ripropongo a Voi lettori del mio Blog. 

Un modo come un altro per approfondire la conoscenza di questo meraviglioso Paese, attraverso l'obiettivita', l'onesta' professionale e l'esperienza diretta di una valida giornalista italiana.

Chi e' Carla Reschia ?



Carla Reschia,  giornalista, scrittrice, traduttrice e curiosa del mondo che ha studiato Giurisprudenza presso Università degli Studi di Genova e fa parte della redazione de "La Stampa",  uno dei più conosciuti e diffusi quotidiani italiani, con sede a Torino. Carla ha gia' avuto modo di raccontare una parte dell'Ucraina con un suo personale articolo nel mese di Settembre u.s. su "La Stampa" Viaggi.....


Ecco il suo racconto inedito con le personali impressioni alla scoperta di questo nuovo territorio ad est Europa.....l'Ucraina, terra di confine !

* FOTO di proprieta' di Carla Reschia

Dopo aver visitato quest'estate per la prima volta l' Ucraina ne sono diventata un fan e quindi apprezzo molto l'idea di Giuseppe Correra di far conoscere il paese e promuoverne il turismo.  

Perché ne ha bisogno per svilupparsi, intanto, ma soprattutto perché lo merita: l'Ucraina non ha nulla da invidiare alle mete più note e prestigiose dellEuropa centrale.



Anzi. Se c'è una cosa che mi ha colpito è la varietà dei luoghi, dell'architettura e delle città. E' come se più paesi, a volte anche parecchio diversi tra loro, fossero concentrati in uno solo. Questo è il lascito della sua complessa e molte volte drammatica storia: le diverse regioni che la compongono nel corso dei secoli sono appartenute ad altri paesi, divise di volta in volta tra impero austroungarico e Russia, Polonia, impero ottomano; e tutti vi hanno lasciato le loro tracce. 

Io in Ucraina ci sono arrivata in auto, attraversando nella sua lunghezza l'Ungheria, e ho quasi subito incontrato i Carpazi

Una zona di grande suggestione, che prosegue idealmente la Bucovina romena, ricca di paesaggi verdi e riposanti, laghi, torrenti e boschi a perdita d'occhio. 

Le attrezzature alberghiere sono più che decorose e se si ama l'idea di una vacanza a contatto con la natura i paesaggi valgono le Alpi e le possibilità di fare escursioni non mancano. 

Inoltre, il rapporto qualità prezzo, non solo qui ma anche nelle grandi città, è ottimo. 

Le strade, in cambio, talvolta sono pessime. Ma ci stanno lavorando e le arterie principali sono tutte in discrete condizioni. La guida, come in molti paesi dell'area è, beh, disinvolta, diciamo. Meglio usare prudenza...

Leopoli, in latino la città del leone, anche nota come L'viv, Lwów, L'vov, Lemberg, è stata la mia prima meta. E' detta la "piccola Vienna", ma a me da subito mi ha ricordato Cracovia, una città che amo, sia per l'inconfondibile impronta austroungarica, sia per la vivacità.  



A Leopoli si può e si deve far notte nella miriade di locali, ristoranti, birrerie, vinerie, night, affollati di studenti universitari e e di turisti che gravitano attorno alla piazza Rynok, la piazza del mercato, e che hanno uno dei loro fulcri nel Drunken cherry, il piccolo, bellissimo locale che vende a bicchieri e a bottiglie il liquore di ciliegie tipico della città. 

Vale la pena vederlo solo per ammirare i grandi recipienti pieni di ciliegie immerse nell'alcol da cui si attinge . 

Mi ha ricordato un posto famoso, quello dove a Lisbona si vende la ginja, che è pure un liquore di ciliegie - amarene in effetti - molto simile. Strane consonanze su cui varrebbe forse la pena di indagare. 

Poi la piazza Rynok è bellissima pure di giorno e anche senza aver bevuto lo sherry, perché attorniata dai sontuosi palazzi rinascimentali costruiti dai ricchi mercanti che fecero prosperare la città. 



Del resto tutto il centro storico, patrimonio Unesco dal 1998, è incantevole, un tuffo nell'Europa della fine dell'800, con chiese bellissime di tutte le confessioni, compresa la cattedrale armena, merce rara da vedere fuori, appunto, dall'Armenia. 

Da Leopoli, secondo me, non bisogna andarsene senza essere almeno saliti all' "Alto Castello" (Vysokyi Zamok),  un punto panoramico con una vista spettacolare su tutto il centro storico e aver visitato il cimitero Lychavik, un museo di tombe che sono vere opere d'arte e che restituisce il fascino cosmopolita della storia cittadina. 

Se Leopoli ricorda i fasti asburgici, a Kiev, la capitale, è evidente l'impronta monumentale e grandiosa della matrice russa. 

E' una metropoli grande e articolata, piena di enormi palazzi, di monumenti e di chiese con le cupole luccicanti d'oro, ma anche di incantevoli passeggiate nei parchi che seguono il corso tortuoso del Dnepr. 



A me è piaciuto molto alloggiare nell'enorme hotel Ukraina, che si affaccia sul Maidan ed è comodo per visitare il centro e prendere la metropolitana (che ricorda, in piccolo, quella di Mosca) e ha un'innegabile atmosfera sovietica, pur essendo moderno e curato. 



Premesso che ci si potrebbe fermare un mese cambiando ogni giorno destinazione e non aver ancora visto tutto uno dei miei luoghi preferiti a Kiev è il quartiere Podil, l'antico centro storico, lungo il fiume, che d'estate con i suoi ristorantini all'aperto e le spiagge, ha l'aria allegra di un centro balneare. 




Consigliabilissima anche nella bella stagione, una gita in battello, per vedere la città da un punto di vista insolito. A Kiev si può, secondo me si deve anche, andare a rendere omaggio a due luoghi in realtà davvero tristi ma fondamentali per capire i momenti oscuri della storia recente del paese. 

Parlo di Babi Yar, alla periferia della città dove un grande parco commemorativo circonda il fossato dove i nazisti buttarono, dopo averli trucidati, oltre 33 mila ebrei ucraini durante l'occupazione tedesca, nel 1941. 



Un altro luogo della memoria, sulla collina che sovrasta Kiev è il suggestivo cippo che con il piccolo museo sottostante ricorda l'Holodomor, la carestia indotta da Stalin nel paese nei primi Anni '30 che causò la morte di fame di almeno un milione di persone.




La mia terza e ultima tappa in Ucraina è stata Odessa, una città leggendaria, da cui mi aspettavo molto e che ha superato le mie aspettative. 

E' meno curata di Leopoli, e meno monumentale di Kiev, ma ha un fascino tutto suo, un po' Parigi, un po' orientale, un po' città mediterranea,  con il Mar Nero a due passi e un'atmosfera sospesa tra la malinconia e la gioia di vivere. 

Mi è anche piaciuto molto seguire la costa fin quasi al confine con la repubblica moldava, in un paesaggio lagunare, un po' industriale, un po' campagnolo, con piccoli paeasini meta di un turismo semplice e familiare e una simpatica aria Anni '60.






E poi naturalmente ci sono gli ucraini. Anche loro tutti diversi, ma interessanti. I giovani forzuti  che in una piazza di Leopoli si sfidavano trasportando di corsa pesi incredibili cercando di ostentare disinvoltura e le ragazze eleganti e mondane di Kiev, il tipo che cercava una conversazione mescolando parole russe e inglesi e spiegandosi a gesti e sorrisi, i muratori allibiti a cui in un sobborgo di Odessa cercavo di chiedere dove fosse il museo delle catacombe dei partigiani (che poi era da tutt'altra parte), la ragazzina che vendeva gite guidate che ci ha fatto segno di aspettare ed è andata a chiamare il fratello che parlava inglese, un'intera sera in uno strano ristorante arredato come una prigione medievale dove servivano ottime bistecche e dove un intrattenitore faceva battute che facevano ridere di cuore tutti  quelli che capivano l'ucraino. 

Una fila di donne con tanto di fazzolettone in testa fuori da una piccola chiesa affollata all'inverosimile, che pregavano e cantavano seguendo il rito della chiesa greco-cattolica ucraina, a lungo perseguitata, che unisce la liturgia orientale alla fedeltà a Roma. 

E l'allegria di una mattina di mercato a Mukacheve, una cittadina quasi al confine ungherese, tappa di poche ore per trovare un bancomat e diventata invece una piacevolissima sosta. 

Mi mancano molte cose da vedere in Ucraina e spero di tornarci. 

Intanto, grazie a questo blog che la fa conoscere a un maggior numero di persone.





Ringrazio l'amica Carla Reschia per la sua disponibilita' e del tempo che mi ha dedicato. Sicuramente ci rincontreremo presto.

Grazie.

Spero che questo articolo sia stato di tuo gradimento. Resta aggiornato con il mio Blog : UCRAINA ambiente, cultura, turismo e marketing.


Un cordiale saluto e, apuntamento alla prossima.

Giuseppe Correra
Blogger / Food Marketer
Chernivtsi (Ucraina)
Lascia pure un commento in fondo alla pagina. Il tuo giudizio per me e' molto importante !



PUBBLICITA' SUL BLOG

Pubblicità tuo banner / logo aziendale


PER AZIENDE UCRAINE E ITALIANE che scelgono di pianificare e realizzare progetti di promozione on-line, attraverso i miei supporti digitali in internet e social media. Progetti di comunicazione aziendale mirati in visione anche dai tanti lettori del mio Blog, italiani e ucraini.