venerdì 8 giugno 2018

Taras Shpargala food photographer ucraino : l'immagine da gustare !


"Cosa sarebbe il mondo senza la fotografia, mi verrebbe da dire scimmiottando un famoso slogan pubblicitario".
I fotografi con i loro scatti sono in grado di fermare le emozioni e a volte di renderle anche vive. 

Tutto ciò avviene anche nel food dove senza le fotografie il settore non sarebbe lo stesso.

La  fotografia del cibo  è una specializzazione in  natura morta della fotografia commerciale, finalizzata alla produzione di fotografie interessanti di cibo per una varietà di usi, tra cui la pubblicità, il  packaging , i menu o  i libri di cucina.

Oggi giorno la fotografia professionale del cibo è uno sforzo di collaborazione che di solito coinvolge un art director, un fotografo, un food stylist, e i loro assistenti.

Per tanto tempo, le fotografie alimentari tendevano ad essere realizzate rappresentando il modo in cui le persone erano abituate a vedere il cibo: steso su una tavola e inquadrato dall’alto, cioè dal punto di vista dell’eater. 

Più tardi, illuminazione romantica, angoli meno profonde e più oggetti di scena,  con casi estremi che hanno portato alla nascita del termine “food porn“. 

Più di recente, la tendenza prevalente nella parte occidentale  è quello di presentare il cibo come semplice, pulito e naturale e con pochi oggetti di scena, spesso usando effetti come messa a fuoco selettiva, piastre inclinate, e inquadrature ravvicinate. 

In questo articolo, vi voglio presentare un giovane talento ucraino della citta' di Lviv / Leopoli in Ucraina, specializzato fotografia del cibo.

Sto parlando di Taras Shpargata : la sua non e' solo arte e sperimentazione, ma anche e soprattutto documentazione. 

Ho avuto il piacere di conoscerlo ed essendo io specializzato anche nel Food Marketer, che opera direttamente sul territorio : l'Ucraina, adoperandomi da anni di valorizzare e far crescere il patrimonio turistico ed enogastronomico di questo Paese.

Valorizzare il vero "Made in Ukraine" dialogando con i protagonisti e professionisti ucraini di questo settore, che siano aziende ricettive e/o persone private, offrendo il meglio in termini di comunicazione per la conoscenza e la promozione di questo meraviglioso Paese ad est Europa.


Una bellissima chiacchierata avuta con Taras Shpargala, da cui e' nata questa intervista scritta che propongo a tutti Voi. 

Anche un'occasione per conoscere la cultura e il lavoro del "Food Photographer", nello specifico in Ucraina nella citta' di Lviv / Leopoli.



- Ciao Taras, puoi raccontarci la tua storia con la fotografia?


Taras Shpargata

Ciao Giuseppe, ti ringrazio per questa intervista scritta. La mia storia con la fotografia risale alla mia prima infanzia, poiché mio padre era un amatore della fotografia in quel momento, macchine fotografiche e attrezzature, non mancavano in casa per questo suo business. Ricordo che da bambino stampavamo le foto nella stanza da bagno al buio più completo con luce rossa. Da quel momento abbiamo un gran numero di foto di famiglia che rivediamo spesso, in quanto rappresentano la nostra infanzia. Pertanto, probabilmente sono rimasto affezionato alle foto, un sentimento che mi accompagna attraverso tutta la mia vita. Oggi come prima, ho sempre ammirato le foto che non tutti potevano capire. La prima fotocamera a specchio che ho comprato nel 2009 è Nikon D90, e la tengo ancora conservata. Dovevo essere un fotografo di matrimoni, come molti altri e, creare immagini fantastiche che tutti i clienti avrebbero ammirato. Ma la vita ti riserva i suoi adattamenti e l'idea di essere un fotografo di matrimoni l'ho abbandonata. Ho iniziato a fare qualcosa che mi avrebbe portato guadagni per vivere e, non ho mai smesso di fare foto. Ho costantemente sperimentato qualcosa di nuovo, senza notare che esattamente era questa la strada giusta da intraprendere. Attualmente ho un enorme archivio di foto di cibo che ho fatto per i miei amici. Ma non ho mai ascoltato gli altri che hanno detto: "Taras, queste sono solo foto fantastiche! Non puoi fotografare le persone! Il cibo delle tue foto riflette tutto il tuo amore per la cucina! "Ora capisco queste parole! È davvero quello che mi piace fare per vivere, cercando di farlo con tanta professionalita'.

- Perché hai deciso di specializzarti nella fotografia del cibo?

Credo che neanche io abbia deciso cosi'. Ammiro la cultura culinaria e guardo costantemente la gastronomia moderna. Fino ad oggi ho sempre saputo e detto a molte persone che la fotografia del cibo è un'arte che non tutti i fotografi possono crearla. Per fare una foto gustosa, bisogna capire i suoi gusti. Dovrebbe ispirare lo spettatore a guardarla e di conseguenza assaporare ciò che è rappresentato nella foto! Questo è il modo in cui trascorro tutto il mio tempo libero in cucina in cerca di qualcosa di nuovo, capisco il gusto degli ingredienti e come vengono combinati. Vedo la composizione solo nella foto del cibo 😊  Per farla breve, ho combinato le mie due cose preferite: foto e cucina. Molti miei amici sanno che posso sempre assaggiare qualcosa di nuovo, così come i piatti che sono già diventati piatti coronati, che sono in qualsiasi tavolo in sala da pranzo. Come dice mia moglie a proposito di uno dei piatti che ho perfezionato con un famoso chef: "Questa è una soluzione vantaggiosa per tutti!".




- Pensi che l'immagine di un piatto possa influenzarne drasticamente il gusto?

Penso che quando guardi un piatto che non sembra appetitoso, anche se può avere un sacco di sapori, allora è improbabile che tu possa gustare deliziosamente. Ogni pasto, sia che si tratti di un'alta cucina, o di una cena preparata a casa, dovrebbe apparire il più delizioso possibile in modo che tu voglia gustarlo con tanto piacere. Pertanto, la visualizzazione di ogni piatto dovrebbe essere unica. Si sa che all'inizio assaggiamo il cibo con gli occhi, imparandolo visivamente, e poi lo assaggiamo! Se queste due componenti sono perfettamente assimilate, allora questo è un successo del 100% dell'artista!

- Qual è il tuo rapporto con il cibo? I tuoi piatti preferiti? Qual è la tua cucina preferita?

Adoro il cibo delizioso e non importa quale regione rappresenti il piatto. Dopo tutto, per creare foto di alta qualità è necessario assaggiare tutto! Il fondatore del progetto gastronomico in Ucraina "13 Chefs / 13 Capi", Andrew Valovyy mi disse : "Taras, tutto ciò che fotografi, devi assaporarlo, quindi potrai comporre perfettamente la composizione e visualizzare il gusto del piatto attraverso una foto." Dopo quelle parole cerco di assaggiare tutto ciò che entra nel vivo della mia macchina fotografica.

- Cosa ne pensi di questa "mania" di fotografare cibo che riguarda non solo i giornalisti e i blogger enogastronomici, ma anche le persone comuni che pubblicano continuamente le loro foto sui social media?


Ho un atteggiamento positivo nei confronti delle persone che fotografano il cibo per il proprio piacere, mostrandolo su Internet. Posso imparare molto da queste persone, analizzando gli errori nell'inquadratura. Ce ne sono diversi nel mio social network Instangram. Non sono blogger,  neanche fotografi di cibo. Sono semplicemente casalinghe che cucinano il cibo a casa. Ma loro non si limitano a mettere solo il cibo nel piatto. Si avvicinano a questo business come artista per la loro pittura, mettendo ogni elemento del piatto. Spaziando su Instagram, puoi imparare molte cose utili per il  lavoro del fotografo del cibo. Questa situazione riguarda non solo la fotografia del cibo, ma dare l'opportunita' a chi ama fare fotografie in generale condividendole in internet. E' molti sono diventati nomi emergenti nel settore della fotografia.

- Come ti prepari per questo tipo di scatti?

Per essere sempre in costante tendenza e sforzarti di essere professionale, devi seguire i fotografi di tutto il mondo e migliorare le tue foto per quello che hai visto nelle loro immagini. Rivisito costantemente le foto di altri fotografi di prodotti alimentari e analizzo pregi e difetti di ogni foto. Riconosco se è reale o artificiale, se voglio assaggiarlo e perché piacciono agli altri. In generale, sono ispirato e incoraggiato a creare nuove foto tramite la comunicazione con persone che condividono i miei stessi valori. Ogni azienda del settore della ristorazione dà sempre vita a nuove idee e nuovi obiettivi da raggiungere. Questo è giusto per me. La maggior parte delle idee interessanti e creative nascono nella comunicazione e nel processo di creazione di foto quando inizi a sperimentare. Gli esperimenti sono sempre qualcosa di nuovo e interessante, che porta i suoi frutti nel momento giusto. Interessante credo sia che per fare una buona foto dovresti essere di buon umore, per esprimere emozioni positive con la tua anima serena.

- C'è un fotografo che ti ispira, che hai considerato un esempio da cui imparare?


Credo che non mi ispirino piu' di tanto, ma mi spingono a fare sempre meglio questo lavoro, con umilta' e professionalita'. Leggo poco sulla vita professionale dell'autore delle foto, sono più interessato alla tecnica di esecuzione che viene utilizzata. Il modo in cui viene mostrata una composizione, luce, nuove combinazioni di prodotti, e ammiro anche un ritocco di queste foto. Dal momento che le fotografie di cibo dovrebbero trasmettere il più possibile colori e sfumature naturali, sono molto attento al loro ritocco. Ora ho in programma di fare un breve video sul ritocco delle mie foto, dal momento che ci sono molte fotografie che rendono belle le foto, ma sono rovinate dall'elaborazione. Ci sono quelli che cercano interlocutori per migliorare insieme. Con i miei video, sarò in grado di creare una piccola comunità di persone affini per lo sviluppo congiunto. C'è un fotografo della Russia, che gestisce un canale YouTube e racconta interessanti foto di cibo, lo sta facendo in maniera semplice e naturale, così com'è. Lo seguo costantemente e raccolgo qualcosa di nuovo per me stesso. In generale, mi ispiro alle foto delle massaie, di cui ho già parlato.

- Stai lavorando a nuovi progetti?

Sì, cerco costantemente di fare qualcosa di nuovo per migliorare la mia esperienza in questo settore. Nel mese di Dicembre dello scorso anno sono stato invitato al progetto gastronomico in Ucraina "13 Chefs / 13 Capi", Andrew Valovyy. Puoi avere informazioni sullo sviluppo e sul progresso di questo progetto su larga scala, consultando Internet, le pagine di Facebook e Instagram. In quel contesto ho dato tutta la mia passione e la mia esperienza di fotografo di cibo in maniera esemplare. Questo è un progetto, che ancora c'e' in altre parti del mondo, il che rende possibile migliorare il proprio lavoro con i migliori chef ucraini, e non solo. In generale, ogni fotografia per me è come un nuovo progetto, che voglio esplorare nei minimi dettagli rendendolo unico e originale. I progetti su cui sto lavorando possono essere visionati sul mio sito web e nei social network. 

- Sito web : www.shpargalataras.wixsite.com/foodphoto

- Pagina Facebook : www.facebook.com/foodfotolviv/

Sono sempre pronto a colaborare ed iniziare qualcosa di nuovo. E se è qualcosa di unico, allora voglio lavorare due volte meglio, in modo da ottenere qualcosa che emozioni positivamente e godere della qualità del lavoro svolto. Alla fine, per ottenere un progetto interessante, è necessario lavorare costantemente, cosa che faccio ogni giorno! È la mia gioia, è di quello che vivo!


Grazie mille Taras, per la tua disponibilità e per aver arricchito il mio bagaglio culturale sulla fotografia del cibo con questa bella chiacchierata.

In bocca al lupo !
Proseguiranno altri articoli riguardo al "Food Photographer" in Ucraina, con riferimenti professionali di Taras Shpargala da Lviv / Leopoli.
Come sempre un saluto affettuoso e, alla prossima !!


GIUSEPPE  CORRERA
Blogger / Food Marketer

Citta' di Chernivtsi (Ucraina)