domenica 16 ottobre 2016

Storie di donne ucraine in Italia : una vita fatta di tanti sacrifici ma anche di piccole soddisfazioni

Di quello che si sono lasciate alle spalle, delle famiglie che hanno salutato a migliaia di chilometri di distanza per prendersi cura delle persone anziane non autosufficienti in Italia, molti sanno poco o nulla e pochi ne parlano !!

In Italia l’80% dei lavoratori immigrati sono donne ucraine

Migrazione delle donne ucraine è parte della femminilizzazione della migrazione, che è attualmente in corso nel mondo. Più della metà dei lavoratori migranti nel mondo sono donne. Storie di mogli e madri che lasciano i propri cari e si trasferiscono a migliaia di chilometri dal focolare domestico. Un’arte che ha una validità terapeutica e che forse permette di tenere ancora sveglio l’amore e l’attaccamento alla loro patria che hanno dovuto lasciare ma alla quale tutte sperano di ritornare. Donne che lasciano tutto, figli compresi, per garantire alle famiglie a distanza una vita migliore. La donna che parte, cosa vuol dire fare la badante non lo sa, magari in Ucraina alcune erano insegnanti universitarie, laureate. Il 70% ha almeno alcuni anni di educazione universitaria alle spalle. Sono stati medici, psicologi, musicisti e ricercatori scientifici… capire che da un momento all’altro sei diventata l’ultimo gradino di tutta la piramide, non è facile da accettare....ma si deve accettare.

Scrivo questo, ed ho immensamente piacere raccontarlo, in quanto l' argomento mi interessa e mi tocca in prima persona, conoscendo molti risvolti di questa situazione di donne ucraine in Italia

Oggi vivo e lavoro in Ucraina da molti anni e sono accompagnato in questo percorso di vita da mia moglie ucraina che ho conosciuto in Italia circa 20 anni fa e, di questo argomento ben profondamente conosco. 

Delle donne ucraine che lavorano come badanti in Italia ne ho sentite e ne continuo a sentire di tutti i colori, un grado di superficialita' dettato proprio dall ignoranza nel senso stretto della parola, della mancanza di conoscenza della loro situazione, argomenti che ascolto pieni dei soliti luoghi comuni che non hanno ne capo ne coda !!


Ma procediamo con ordine...

Leggevo pochi giorni fa, un intervista fatta ad una donna ucraina in Italia, una dichiarazione sulla sua situazione all'estero, nella parte conclusiva del discorso ha affermato : "Non so cosa posso raccontare di piu', la mia esperienza lavorativa o scolastica, la parte della vita felice o sfortunata, non importa ! L'importante e che tu viva e non sopravviva in qualsiasi situazione ti trovi. La vita e' bella e il giorno che passa non torna piu'. Sognate e i sogni si realizzano !".

Qui mi voglio agganciare nel raccontare una storia di una donna ucraina della citta' dove vivo, Chernivtsi (Ucraina). Una persona che ho conosciuto e che viveva quando era in citta' tanti anni fa, proprio vicino alla zona dove risiedo attualmente.
Ho scambiato con lei quattro chiacchiere sul suo lavoro e sulla sua esperienza in Italia....una vita fatta di tanti sacrifici ma anche di piccole e belle soddisfazioni !!

Nataliya col suo comapgno italiano

Nataliya con i suoi figli

Nataliya - questo e' il suo vero nome - e' partita per l'Italia alla fine del 1999, come tantissime donne ucraine con studi alle spalle che lasciano casa, marito e bambini per fare da badanti per anziani in Italia, il paese europeo con il maggiore processo di invecchiamento della popolazione.

Ha iniziato con lavori duri e con orari di lavoro massacranti : colf, baby sitter etc etc sempre alla ricerca di migliorare i sui sforzi lavorativi con orari piu' dignitosi. 

Per una quindicina di anni si e' sempre data da fare per la crescita dei propri figli.

Putroppo, oggi per alcuni piccoli problemi di salute deve rinunciare a lavorare seguendo lo stesso ritmo di allora e cosi', insieme al suo compagno italiano, ha aperto in Italia a Gioia Tauro (Reggio Calabria) un agenzia di lavoro itinerante, un "Cerchi Lavoro" per gli stranieri sia della sua zona che della regione.

Nataliya, ha portato con se anche suo figlio Igor, che a 8 anni ha lasciato l'Ucraina e la citta' di Chernivtsi, per seguire la sua famiglia.

Igor, crescendo in Italia ha sempre aiutato la madre, lavorava in autolavaggi e spesso veniva chiamato da alcune aziende della citta' italiana dove viveva, che collaboravano con il mercato estero aiutando loro per le traduzioni in lingua russa. 

Ma la passione per la musica tecnho e' piu' forte di lui !
Anche di Igor voglio raccontare e, come si sul dire : gira e rigira che la vita ti riserva anche belle soddisfazioni !!

Oggi Igor ha 25 anni ed ha intrapreso la strada della musica e da 3 anni sta toccando il successo con le proprie mani.

Igor - nome d'arte Igor Fedoteck - e' diventato un artista come Dj e DJ produttore lavora professionalmente sia in Italia che al nord Europa : Olanda e Germania.

Artista con agenzie europee : The Wishlist Agency e Gearbox Digital, creando anche un'etichetta come produttore, la Unresolved.

Il suo genere musicale e' l' Hardstyle, un sottogenere dalla musica techno, genere che si è molto evoluto ed e' molto seguito nei paesi del nord Europa come i Paesi Bassi e la Germania.






Nataliya, raccontando tutto questo e' molto emozionata, fiera ed orgogliosa dei risultati che sta ottenendo suo figlio Igor dopo tanti anni di duri sacrifici.... un ragazzo ucraino della citta' di Chernivtsi che da bambino ha seguito la sua famiglia in Italia e che lontano dalla sua terra sta cercando una sua dimensione di vita.

Purtroppo queste storie finiscono, la vita per le donne ucraine in Italia continua e tante di loro continuano a porsi la stessa domanda : "ma perche' nessuno parla di noi ? ". 


E' vero, tanto altro servirebbe raccontare per loro, io almeno qui ci ho provato.



GiuseppeCorrera.blogger.com


Grazie della tua cortese attenzione e......
Stay Tuned....appuntamento come sempre alla prossima !



Giuseppe Correra 
Chernivtsi (Ucraina)
Social Web Marketing / Marketing Turistico
E-mail : pinocorrera@virgilio.it


**************************************************************
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER
E' semplicissimo !!
A fianco in alto alla pagina inserisci il tuo nome, cognome e il tuo indirizzo e-mail. Nel messaggio da inviare specificare : “Newsletter”. Con la Newsletter scoprirai settimanalmente gli ultimi articoli di Turismo, Cultura, Social Web Marketing, Marketing Turistico e tante novita'  dall Ucraina : cultura, storia, turismo, ambiente.
Con l'iscrizione riceverai gratuitamente via e-mail un e-book da scaricare in formato pdf"MARKETING ON-LINE E I SUOI STRUMENTI OPERATIVI" strategie e tecniche per l' e-businessQuesto libro di Pietro Veragout, si rivolge agli imprenditori che hanno deciso di affrontare seriamente l’argomento Internet. In particolare è destinato a coloro che, dopo una fase iniziale di scetticismo e incertezza – giustificata soprattutto dalla rapidità con cui il fenomeno si è sviluppato e imposto – desiderano capire come la propria azienda possa sfruttare al meglio le potenzialità di questo mezzo. 
************************************************************************ 


Lascia un tuo commento. La tua opinione e' molto gradita !
Залиште Ваш комментарій.


SEGUIMI ANCHE QUI :