mercoledì 28 dicembre 2016

Parte 2 : UCRAINA DA RACCONTARE / gli Italiani che hanno visitato l'Ucraina

Tour Marketing Ucraina e giuseppecorrera.blogspot

P R E S E N T A N O 

“ Laboratorio di storytelling e turismo : UCRAINA DA RACCONTARE”. 

Gli Italiani che hanno visitato l'Ucraina

- SECONDA INTERVISTA - 

" Dove cé' Turismo, ti racconto l'Ucraina ! "
Operando nel settore editoriale riguardo l'ambiente, il marketing e il turismo in Ucraina direttamente sul territorio, non poteva che essere itinerante la presentazione di questo mio nuovo progetto, che ha coinvolto persone Italiane che hanno avuto modo di visitare l'Ucraina. I racconti, le esperienze, i pareri e testimonianze dirette in questo mio primo racconto.
(c) 2016 copyright  giuseppecorrera.blogspot / Tour Marketing Ucraina


IL RACCONTO, LA VOCE DEI PROTAGONISTI

Il racconto del viaggiatore, il turista / visitatore Italiano come strumento per il marketing turistico, per avallare ancor di piu' la conoscenza attraverso una sana informazione di questa nazione, l'Ucraina.
Il Paese in cui opero direttamente sul territorio attraverso i miei servizi editoriali su cultura, ambiente, marketing e turismo.
Nulla è più virale di un’esperienza vissuta intensamente o una storia raccontata come si deve.
Il turismo oggi è associato alle esperienze.
Il mercato del turismo, oggi richiede esperienze autentiche, molto personalizzate, tangibili, memorabili e condivisibili.
Le «favole» sono bellissime, piacciono a tutti, a grandi e piccoli, ma purtroppo hanno un solo piccolo difetto: sono inventate!

Le destinazioni turistiche, i luoghi visitati e da visitare, invece ci sono, esistono, sono reali e noi vogliamo che i turisti le visitino, se ne innamorino e ritornino!
I racconti, le proprie esperienze, servono proprio a questo: a sedurre il pubblico.
Poter catturare l’attenzione degli utenti, specie se si tratta di luoghi e destinazioni nuove nel palcoscenico turistico, come il caso dell'Ucraina, un territorio immenso, ricco di grandi potenzialita' socio-culturali e turistiche, ancor poco conosciuto e poco promozionato.
Raccontare, la propria esperienza diretta sul territorio, chiaramente deve avere un significato per la destinazione e per il mercato cui si rivolge : l'Europa, l'Italia.
Se la narrazione, appunto, la forza dello dello “storytelling” per il settore turistico, è fatta da persone, da turisti comuni, magari da Italiani e' ancora meglio !

Chi ha gia' frequentato un determinato territorio, raccontandolo, diventa un'ambasciatore di quella destinazione.
La migliore destinazione e il luogo migliore da visitare, dipende tutto dal modo di pensare delle persone. Quindi, tanto vale farla raccontare direttamente a loro.

Non a caso Donald Caln, un noto neurologo, affermava che “le ragioni ci fanno arrivare alle conclusioni, le emozioni ad agire”.

A questo punto non mi resta che scrivere…anzi raccontare !

Ho voluto raccogliere in questo mio “contenitore informativo” le varie esperienze di alcuni turisti / viaggiatori Italiani, che hanno avuto modo di frequentare l'Ucraina e, con loro ho scambiato quattro chiacchiare per comprendere il loro punto di vista sull'esperienza diretta nel territorio.

 Non esiste ricordo senza esperienza, non esiste racconto senza vissuto !
In questo scenario e' nata la mia prima raccolta delle migliori esperienze di turismo e storytelling, con la collaborazione da parte di turisti / visitatori Italiani che hanno avuto modo di frequentare l'Ucraina  raccontando le proprie esperienze, attraverso il mio Blog, uno strumento digitale informativo, per coloro che vogliono ampliare la conoscenza e la cultura dell'Ucraina.
Cio' premesso, ti racconto la seconda chiacchierata amichevole, di questo laboratorio di Storytelling e Turismo, trasformata in una sorta di intervista, ad alcune persone Italiane, che hanno avuto il piacere di visitare l'Ucraina e, che piacevolmente condivido attraverso questo mio strumento informativo digitale, come vera testimonianza diretta.

Visita l'Ucraina con serenita' d'animo !
" Dove c'e' Turismo, ti racconto l'Ucraina ! "
..................................................................................

........................................................................................
- SECONDA INTERVISTA - 
.................................................
L'incontro e la chiacchierata con Giovanni, Italiano che ha avuto occasione di frequentare l'Ucraina e, ci racconta la sua esperienza.

- Ciao Giovanni, quando hai avuto modo di visitare per la prima volta l'Ucraina.
La prima volta che sono venuto in Ucraina, risale al mese di giugno del 2011.
- Quale citta', provincia dell'Ucraina. 
Nella citta' di Ivano-Frankyvsk e piccoli villaggi limitrofi (Ucraina occidentale).

- Cosa ne pensi di questo Paese dal punto di vista socio-culturale e turistico.
Il loro grado di istruzione dei giovani ucraini è veramente alto, mentre per i più grandi di eta', è visibilmente diverso. Sono epoche diverse. Grandi forme di turismo in questa zona non e' viste molto , a parte gli stranieri che vengono a passare quei 10, 15 o 20 giorni dalle famiglie delle loro compagne (io compreso), anche se a mio avviso, ci sarebbe da visitare non poco, considerando anche il cambio favorevole dell'euro, che diventa molto conveniente.

- Prima di partire dall' Italia, dove hai cercato le informazioni riguardo ai luoghi da visitare e dove poter soggiornare.
Attraverso internet riguardo i luoghi da visitare. Ci sono molti siti dove è possibile documentarsi, mentre per il soggiorno in Ucraina, non ho avuto problemi in quanto sono stato ospite dai genitori della mia compagna.

- Quali aspetti dello stile di vita ucraino ti sono piaciuti di più e quali ti sono sembrati piu ‘insoliti’.
Ho notato che la vita scorre in maniera meno frenetica rispetto all'Italia. Ho avuto la sensazione di immergermi nel passato italiano dei nostri genitori , anche se non l'ho vissuto ovviamente. In campagna lavorano molto, dall'alba al tramonto e nei giorni di festa si fermano tutti in quanto il grado di religiosità è forte e sentito. Una cosa insolita, diciamo cosi', e' che non mi sarei aspettato una certa assenza da parte delle istituzioni su determinati problemi della comunita'. Ho notato strade disastrate nella zona dove ho frequentato, più che di buche sulla pavimentazione, sembravano crateri. Un problema che si avverte maggiormente quando piove molto. Per evitare di allagare il centro urbano e, le campagne circostanti, chiudono la diga alle porte della citta' di Ivano-Frankyvsk. Una situazione di cui sono rimasto meravigliato.

- Qualcosa che ti ha stupito e qualcosa che ti ha invece deluso.
Sono rimasto stupito dal centro città, pulito, ordinato, tranquillo, con tanti negozi e soprattutto vari sportelli bancari. Meravigliato invece, vedere molti contadini provenienti da zone limitrofe a vendere I propri prodotti agricoli lungo alcune strade nella piena liberta' commerciale per arrotondare la loro pensione.

- Com’è il costo della vita in Ucraina se confrontato con quello dell'Italia.
Molto basso rispetto al nostro Paese, sicuramente rapportato al loro tenore di vita. Ma ho trovato alcuni prodotti molto cari, quasi come in Italia. Mi riferisco a prodotti tecnologici (computer, tablet, smartphone). Avevo anche pensato di comprare qualcosa di questo genere, ma ho dovuto rinuncire visto appunto i prezzi non molto favorevoli.

- Qual è il cibo ucraino che hai gustato con piacere.
Ho gradito molto lo “shashlik”, carne marinata e arrostita alla brace con salse del posto. I famoso “Borsch”, le torte con miele, le frittelle di patate e, in particolare ho gradito il pane, molto tenero da sembrare sembra quasi un biscotto.

- Quale consiglio ti senti di dare a chiunque voglia fare un viaggio in Ucraina per la prima volta.
Studiare attentamente l'itinerario se si sceglie di visitare l'Ucraina in auto. Sono stato in Ucraina utilizzando voli aerei, cosi' come sono venuto anche con pulman organizzati. Giungere in Ucraina in auto ho notato qualche difficolta'al confine, Budapest e tra l'Ungheria e Ucraina, dove I tempi di permanenza doganali sono veramenti lunghi. Spero di essere stato esaudiente nelle mie risposte, considerando la mia permanenza in Ucraina limitata. Grazie a Voi di per questa bella chiacchierata sull'Ucraina.

Grazie Giovanni per la tua disponibilita' e aver condiviso il tuo pensiero e la tua esperienza in Ucraina in questa interessante chiacchierata amichevole.

Sono giunto al termine di questa seconda parte di questo mio nuovo progetto editoriale dal titolo "Laboratorio di storytelling e turismo : UCRAINA DA RACCONTARE". Gli Italiani che hanno visitato l'Ucraina.
Noi ci aggiorniamo come sempre alla prossima, con la terza parte di questi racconti / interviste.
Un saluto e, spero che tu abbia gradito questa lettura.

Giuseppe Correra 
Chernivtsi (Ucraina)
Social Media Marketing / Marketing Turistico


......................................................................................................................
...............................................................................................................
* Iscriviti ora gratuitamente alla Newsletter, un servizio gratuito e comodo che consente ai lettori di ricevere direttamente nella propria casella di posta elettronica le notizie più interessanti pubblicate quotidianamente su Tour Marketing Ucraina e sul Blog giuseppecorrera.blogspot *

Si garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dai visitatori e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione. Le informazioni custodite nell'archivio elettronico verranno utilizzate al solo scopo di promuovere informazioni ed iniziative (D.Lgs 196/03 sulla tutela dei dati personali).
.......................................................................................................................

PER CONTATTI ED INFORMAZIONI
................................................................................................................................................

(c) 2016 copyright  giuseppecorrera.blogspot / Tour Marketing Ucraina