sabato 6 maggio 2017

Citta' storiche dell'Ucraina : Drohobych, tra storia e cultura dell'est Europa

COSA SAPERE E COSA VEDERE:  Se ci si sta chiedendo come e perché visitare l'Ucraina, questo è un articolo che non si può certo mancare di leggere. Il motivo che spinge a visitare questo Paese, è prima di tutto la sete di conoscenza e la curiosità.  L' Ucraina è eccezionale, neppure il mio spirito patriottico mi porta a smorzare un po’ l’entusiasmo per questo Paese. Che non deve mai perdere luce e,  paragonata alle tante e altre meraviglie turistiche del mondo. L'Ucraina , zona di confine tra Europa e Asia, è stata influenzata, nei secoli, sia dalla cultura occidentale sia da quella orientale. Proprio qui movimenti come il Rinascimento e ideali come quelli portati avanti dall'Impero Bizantino, hanno trovato terreno fertile per poter svilupparsi e allo stesso tempo convivere in un'unica società. Oggi l'Ucraina risulta culturalmente spaccata in due:  le regioni dell'ovest risentono di una forte influenza europea, mentre le regioni dell'est mostrano una spiccata propensione verso l'influenza russa.
Una doverosa premessa e' dovuta, nello specificare e spiegare il termine "OBLAST" che spesso si legge in contesti geografici quando si parla di zone dell'Ucraina : l'Oblast è un tipo di suddivisione territoriale presente in alcuni degli stati slavi e delle ex repubbliche sovietiche e, corrisponde grossomodo, alla regione di un determinato territorio o alla provincia di un capoluogo regionale.

Detto questo, andiamo a scoprire uno degli angoli storici e suggestivi dell'Ucraina, ovvero l'ovest e, precisamente ci catapultiamo nella vasta provincia della citta' di Lviv / Leopoli, per descriverti una delle citta' storiche del Paese : Drohobych


L'oblast' di Leopoli, vale a dire la Provincia di Lviv/Leopoli, è una delle 24 regioni dell'Ucraina, dove appunto Lviv ne e' capoluogo.  
L'oblast' venne istituita come parte della Repubblica socialista sovietica ucraina il 4 dicembre 1939. 
Il territorio dell'ex-oblast di Drohobychč venne inglobato nell'oblast' di Leopoli nel 1959 e così rimane a tutt'oggi.
La posizione strategica dell'oblast' nel cuore dell'Europa centrale, punto di collegamento verso i Carpazi ne ha fatto cambiare dominio parecchie volte nel corso dei secoli. 
È stato dominato dalla Grande Moravia, dalla Rus' di Kiev e da uno dei suoi successori, lo stato di Galizia-Volinia (XII/XIV secolo circa), poi dalla Confederazione Polacco-Lituana (dal 1400 al 1795), l'Impero Austro-ungarico (dal 1795 al 1918) e dalla Polonia (1918-1939), quando era Voivodato di Leopoli nella Seconda Repubblica di Polonia. 

La Provincia (l'Oblast) di Lviv / Leopoli ad ovest dell'Ucraina

La popolazione locale dominante nel 1918 dichiarò il territorio parte di un'indipendente Repubblica Nazionale dell'Ucraina Occidentale, ma non durò a lungo. 
I trattati internazionali garantivano l'autonomia locale, ma non vennero rispettati dal governo polacco e la zona fu teatro di tensioni etniche fra ucraini e polacchi.
La regione e il suo capoluogo ricevono il loro nome ai tempi della Galizia-Volinia, quando Daniele di Galizia, il re della Rus', fondò Leopoli, dandole il nome del figlio Leo
All'epoca la regione attorno a Leopoli era conosciuta come Rutenia rossa.
La regione divenne parte dell'Unione Sovietica nei termini del patto Molotov-Ribbentrop nel 1939, quando fu annessa alla RSS Ucraina. 
Venne occupata dalla Germania nazista dal 1941 al 1944 e rimase nelle mani dell'Unione Sovietica come deciso nelle conferenze di Teheran e Jalta. 
Proprio a causa delle sue vicende storiche, l'oblast' di Leopoli è una delle zone meno russificate e sovietizzate e porta oggi ancora intatto il retaggio della Casa d'Asburgo.

Il 21 Maggio 1959 la città entrò a far parte della Provincia di Lviv
9 sono le città di questa regione dove  Lviv/Leopoli ne e' capoluogo: Boryslav, ČCervonohrad, Drohobych, Moršyn, Novyj Rodzil, Sambir, Stryj, Truskavec'.

In questo articolo ti voglio presentare e far conoscere una di esse, la citta' di Drohobych.

Drohobychč è una città ucraina, situata nella Provincia di Leopoli è il secondo centro economico dell'area dopo Leopoli dal quale dista circa cento chilometri, in direzione sud-ovest. 
Dopo la Seconda guerra mondiale, la composizione etnica di Drohobych ha subito un notevole cambiamento. 
Gli ebrei e polacchi, che rappresentavano i tre quarti della popolazione, prima della guerra, ora non sono che una ristretta minoranza, sostituiti dalla maggior parte dei russi e ucraini. 
La città è stata fondata alla fine del 11 ° secolo. 
Dopo la prima spartizione della Polonia, Drohobych fu sotto il dominio dell'impero asburgico. 

A metà del 19 ° secolo divento' il più grande centro petrolifero d'Europa, contribuendo al rapido sviluppo. 

Oggi la città è conosciuta come il luogo di nascita di Jurij Drohobyč e Ivan Franko.

Jurij Drohobyč :  è stato un filosofo, astrologo, scrittore e medico ucraino, e fu il primo dottore ucraino della medicina. Fu l'autore di "Iudicium Pronosticon Anni 1483 Currentis" ,  il primo libro pubblicato all'estero da un ucraino.  Negli anni 1478 e 1482 ricevette il grado di dottore in filosofia , medicina e chirurgia presso l'Università di Bologna. Tenne lezioni di matematica, astronomia e medicina presso l'Università di Bologna fu, al tempo stesso, capo del dipartimento di medicina.




Ivan Franko: scrittore ucraino, poeta, studioso, scrittore, leader del movimento socialista rivoluzionario nel Regno di Galizia e Lodomeria (l'Impero Austro-Ungarico). Nel 1915 fu nominato  per il premio Nobel, ma la morte prematura ha impedito la considerazione della sua candidatura. Uno dei promotori della fondazione "Partito russo-ucraina radicale" (in seguito "Partito Radicale ucraina" - ERM), che operavano sul territorio austriaco. L'antica citta' di Stanislav, ribattezzata successivamente  Ivano-Frankivsk, le concesse in onore il nome della citta'.




Cosa vedere a Drohobych : 

Centro

Sono conservati edifici di epoche diverse, una parte significativa del centro storico attuale è stata costituita alla fine del XIX, i piu' antichi sono :
La Chiesa di San Bartolomeo (fondata nel 1392, consacrata nel 1511).
La Chiesa di San Giorgio del XVI secolo.
Chiesa della Esaltazione della Croce del XVI secolo.

Centro

Chiesa greco-cattolica di San Pietro

Palazzo delle Belle Arti
Chiesa in legno di San Giorgio, Patrimonio dell'Umanita' UNESCO
Pinacoteca cittadina
Monumento a Jurij Drohobyc


L'Ucraina e' una nazione che incanta. le sue attrazioni turistiche sono numerose e, alcune di queste sono parte dell'UNESCO, come Patrimonio dell'Umanita'. 

Il patrimonio naturale, storico e culturale dell'Ucraina e' ricchissimo di attrazioni turistiche.  Piu' di 500 citta' nel Paese hanno ben oltre 900 anni e, circa 4.500 villaggi sono piu' antichi di 300 anni.

Non ti resta di venire a scoprire cosa ha da offrire questo meraviglioso Paese !
Anche per questa volta è tutto. Ora ti lascio e ti auguro una buona giornata.
Un caro saluto dall'Ucraina !
Giuseppe Correra

Marketing Turistico – Social Media Marketing
Citta' di Chernivtsi (Ucraina)
.................................................................................................
VUOI DIVENTARE ANCHE TU PARTNER DEL SITO TOUR MARKETING UCRAINA E DEL BLOG DI GIUSEPPE CORRERA ?


VISITA LA NOSTRA PAGINA SUL SITO WEB